martedì, aprile 18, 2006

L'altro giorno

... sono uscito con una mia amica che non vedevo da 4 anni.
Adoro reincontrare la gente, adoro riscoprirmi diverso da come ero nei loro ricordi.
Adoro vedere come il mio mutare lascia segni evidenti nel mio modo di pensare e di essere, non che non lo sappia di mio, sia chiaro, adoro solo averne la conferma.
Comunque, dopo aver passato un pomeriggio a filosofeggiare abbondantemente sul senso della vita, non scherzo, l'argomento di conversazione era davvero quello, Gloria mi ha fatto forse uno dei complimenti piu' grandi che mi si possa fare.
"oggi mi hai regalato qualcosa di importante, mi hai fatto pensare. mi hai regalato la voglia di lasciarmi andare. "

Sono rimasto come un cretino per 10 minuti buoni, senza sapere cosa dire.

venerdì, aprile 14, 2006

Quelli che....

... di politica non capiscono una semplice.
... ricevono botte di sfiga una dietro l'altra.
... hanno libero e che forse mi capiscono quando bestemmio per i disservizi.
... non comprero' mai + un motorola.
... il calcio.


Beh insomma... Se mamma libero vuole ho di nuovo la linea.

lunedì, aprile 10, 2006

y0 esulto

Asdmaster Batte S.V.I. (schifoso virus informatico) Tanto a Poco.

Esulto e godo di questa vittoria!

giovedì, aprile 06, 2006

Non fatelo mai.

Non portatemi mai all' ikea.
o questi potrebbero essere i risultati e voi potreste pentirvene.






E non prendete in giro le mie soffici forme.
Potrei rimanerci male :P




In un giorno di primavera.

Non saprei definire quello che scriverò qua' di seguito, se chiamarlo Racconto, Storia, Delirio, o Intreccio di pensieri... Mi limito a lasciarlo quà in maniera che non vada perduto come tante delle cose che navigano e affondano nel mare della mia mente.

Si incontrarono quasi per caso, forse per colpa di uno strano destino che a volte ha oscuri disegni per ogni essere vivente.

Si incontrarono, dicevo, e in un istante tutto il resto del mondo si fermò, quasi per confermare la particolarita' del momento. Su uno sfondo che pareva muoversi al rallentatore i nostri due eroi si avvicinarono l'uno all'altra, sia con il corpo sia con l'anima, mentre i loro occhi si incrociavano e si perdevano gli uni negli altri, danzando al suono della musica dei loro cuori.

In questa immagine idilliaca i nostri protagonisti si resero conto in un attimo del significato di quello che stava accadentdo, e provarono inconsciamente con tutte le loro forze a opporvisi, fallenndo miseramente, e , forse, aggravando la situazione, più ci si nega una cosa e più ci si ritrova a desiderarla.

Si conobbero per caso, così , in un giorno di primavera.
Si presero per mano, così, in un giorno di primavera.
Camminarono insieme, così, in un giorno di primavera.

Per la cronaca... No... Non ho trovato la donna.... Lo specifico per coloro che fanno il tifo per me come Andrea (sdl).

sabato, aprile 01, 2006

Sono Vivo.

O almeno cosi' sembra.
Giuro e prometto solennemente di aggiornare nuovamente il blog entro breve.
Ultimamente mi sono fatto trascinare un po' troppo dagli eventi intorno a me.