venerdì, gennaio 27, 2006

oggi

Per Non Dimenticare.

beh...

Non pretendo che mi capiate.
Non pretendo che mi leggiate.
Uso questo spazio principalmente per me.
Troppo spesso succedono cose intorno a me che non comprendo,quante cazzo di volte la ripeto sta frase in una giornata?.
Forse perche' sono io che non sono in grado di capirle, o forse non voglio capirle.



Non lo so'.
Stasera, anzi scusate, stamani sono triste.
Non come al solito, non e' una tristezza amara.
Sono triste punto e basta.
E prima che le persone che mi conoscono bene pensino male credendo che sia caduto in chissa' quale abisso depressivo causato da un motivo a loro ben noto.
No. sappiate che non e' quello il motivo.

Beh. Notte.
Anzi, Buongiorno... mi auguro che la vostra giornata inizi meglio di come finisce la mia nottata.

mercoledì, gennaio 25, 2006

7 cose 7

"7 cose 7"

7 cose che spero di fare prima di morire

1) fare un viaggio in Brasile (e rimanere vittima dei ritmi del sud... ho detto ritmi e non donne)
2) fare un viaggio in Asutralia usando la scusa di trovare parenti (a saltella' coi canguri)
3) innamorarmi di nuovo, di nuovo, di nuovo.... (questa e' una costante)
4) Laurearmi (si... come no...)
5) Sposarmi (e' inquietante scriverlo)
6) Avere un figlio/a (e' ancora piu' inquietante scriverlo)
7) Sentirmi in equilibrio con me stesso (anche solo per 4 secondi)

7 cose che non so fare

1) Essere costante.
2) Essere ordinato.
3) Essere meno buono.
4) Essere meno illuso.
5) Credere in Dio.
6) Odiare
7) Fare le cose controvoglia e bene.

7 cose che mi piacciono in una donna

1) Viso (globalmente)
2) 'occhi (devono essere vivi e intelligenti)
3) Intelligenza.
4) Fisico (non deve essere una modella, deve "colpirmi" per qualcosa)
5) Carattere dinamico che mi sappia trascinare
6) Carattere dinamico che si sappia far trascinare.
7) Che sappia discutere in maniera matura dei problemi di coppia, senza necessariamente litigare

7 cose che dico spesso

1) Eccerto.
2) Per Dio.
3) Mu
4) y0 (anche se rende meglio per scritto)
5) Cazzo
6) Finche' c'e' alcool c'e' speranza.
7) Bomba. (riferito al mio stato mentale.)

7 libri che amo

1) Tutti i libri della famiglia Malaussene - Daniel Pennac
2) Esercizi di Stile - Quenau
3) Guida galattica per autostoppisti - Douglas Adams
4) La saga di Dragonlance - Margaret Weiss Tracy Hickman
5) Dracula - Bram Stoker
6) Gli androidi sognano pecore elettriche? - il libro di blade runner, Philip K. Dick
7) La saga di Harry Potter - Meglio se in lingua originale. J. K. Rowling

7 film che mi hanno colpito
(eh questa e' difficile)

1) L'attimo Fuggente
2) Blade Runner
3) Trainspotting
4) La leggenda del re pescatore
5) Casomai
6) Caccia a ottobre rosso
7) Dracula (quello di francis ford coppola)

sabato, gennaio 21, 2006

la genialita'...

Dell'essere umano trascente l'idiozia, quando ti alzi la mattina a mezzogiorno stanco morto perche' sei stato sveglio fino alle 6 a studiare, e ti schianti in palestra.

Morale.

Sono + stanco di prima.

A volte mi chiedo :
CHICCAZZOMELOFAFFARE?

venerdì, gennaio 20, 2006

dovrei ...

Studiare, ma non ce la faccio...

Stanotte ho tirato fino alle 8 a programmare. e mi sono svegliato alle 2.
in sintesi sono uno Zombie.
Sto' prendendo in seria considerazione l'idea di girare per la casa con passo Strascicante e Lento, pronunciando come un mantra "Cervelli, cervelli..." (l'andatura lenta e strascicata dello zombie, merita la lettera maiuscola per quanto e' potente e inarrestabile. :) )
Pensavo di fa' informatica e invece mi ritrovo ad avere a che fa' con degli alberi. potevo anda' a fa' botanica no? (questa e' per nerd.)

mi sento le palpebre pesanti, le braccia pesanti, lo stomaco pesante (ma quello e' colpa del pranzo/colazione del campione che mia madre ha imbandito) e i piedi freddi. Ma mi fa di molta fatiha alzarmi e mettermi le calze, ergo mi tengo i piedi freddi, cosi' imparo. ecco.

"Cervelli. Cervelli..."

mercoledì, gennaio 18, 2006

e anche stanotte

ho tirato avanti fino all'alba.

Almeno ora il blog non e' nero come prima.

non mi dispiace come layout.

Vo' a schiantarmi a nanna... sisi.

le solite riflessioni notturne.

Oggi una ragazza a scuola di mia madre si e' suicidata buttandosi dal balcone di classe sua, e facendo 3 piani di volo.
E' morta stasera, verso l'ora di cena.
Se non sbaglio ne ha anche parlato il tg regionale.
Ho visto mia madre sconvolta, e sinceramente sono rimasto di merda anche io, anche se a scoppio ritardato.
Oggi ho avuto una giornata di merda, e chi era con me a prendere una birra stasera ne sa' qualcosa, la controbotta emotiva mi e' arrivata dopo, o meglio ora, che mi sono seduto di fronte al pc con la mente sgombra.
Sia ben chiaro, io 'sta figliola non la conoscevo, quindi non sono sconvolto da dire in lacrime...
pero' rimango con un retrogusto amaro in bocca.

Cosa cazzo puo' condurre una ragazza di 18/19 anni a buttarsi di sotto da una finestra?
Perchè? che senso ha stroncarsi la vita?


Ne ho discusso con mia madre nel pomeriggio, in uno di quei discorsi iperbolici che spesso e volentieri partono da A e finiscono a C senza passare per B...

Secondo me le generazioni correnti mancano di... valori direte voi? no. manca di credenze.

Credere in qualcosa non e' un valore, non e' un qualcosa che qualcuno ti puo' trasmettere o inculcare, e' un qualcosa che devi sentire tuo, un qualcosa che deve nascere da te.
La generazione di oggi Non crede in quello che credevano le generazioni precedenti, anzi spesso e volentieri deride le credenze passate, perche' troppo povera di spirito per comprenderle, o troppo poco informata per capirla davvero.
La generazione di oggi porta sulle spalle il peso delle generazioni precedenti, e quindi come una qualunque cosa su cui si hanno delle aspettative, invece di migliorare peggiora.

Non lo so'... piu' mi guardo in giro e piu' vedo una ignoranza di base sempre piu' diffusa, una poverta' di spirito e un egoismo sempre piu' crescente.

Non voglio fare dei moralismi sia ben chiaro (anche se poi alla fine li faccio, ma questo e' lo svantaggio dello scrivere a ruota libera alle 2 del mattino) ma rimango basito a volte da come i giovani d'oggi (mioddio mi sento vecchio a scriverlo... c'ho quasi 24 anni e a volte mi sembra di essere un 40enne per quello che scrivo) bruciano le tappe, precorrono i tempi, corrono corrono senza lasciarsi il tempo di capire quello che stanno vivendo.

Giuro (non su dio, perche' non ci credo) che se mai provero' a insegnare qualcosa ai miei cugini qualcosa (sono piccoli, la piu' grande ha 8 anni) sara' il gusto di ragionare con la propria testa e di non correre in quello che fanno. Non mi ci vedo nel ruolo dell'educatore, manco un po'...

Probabilmente mi prenderanno a pernacchie.
Beh almeno ci avro' provato.

Prendo spunto dal blog della Pauline, che ha citato Radiofreccia, e pubblico l'ultimo discorso di Freccia in radio.

Credo nelle rovesciate di Bonimba, e nei riff di Keith Richards. Credo al doppio suono nel campanello del padrone di casa che vuole l'affitto ogni primo del mese. Credo che ognuno di noi si meriterebbe di avere una madre e un padre che siano decenti con lui almeno finchè non si sta in piedi. Credo che un'Inter come quella di Corso, Mazzola e Suarez non ci sarà mai più, ma non è detto che non ce ne saranno altre belle in maniera diversa. Credo che non sia tutto qua; però, prima di credere in qualcos'altro, bisogna fare i conti con quello che c'è qua: e allora mi sa che crederò primo o poi in qualche dio. Credo che se prima o poi avrò una famiglia sarà dura tirare avanti con trecentomila al mese, però credo anche che se non leccherò il culo come fa il mio caporeparto difficilmente cambieranno le cose. Credo che c'è un buco grosso dentro, ma anche che il rock and roll, qualche amichetta, il calcio, qualche soddisfazione sul lavoro, le stronzate con gli amici, bè, ogni tanto questo buco me lo riempiono. Credo che la voglia di scappare da un paese di ventimila abitanti vuol dire che hai voglia di scappare da te stesso, e credo che da te non ci scappi neanche se sei Eddy Merckx... Credo che non è giusto giudicare la vita degli altri, perchè comunque non puoi sapere proprio un cazzo della vita degli altri. Credo che per credere, certi momenti, ti serve molta energia
.

Credo anche io che per credere in qualcosa ci voglia tanta energia, purtroppo vedo sempre piu' gente che questa energia non la ha.
Non e' un giudizio, e' solo un' impressione di un povero bischero.

martedì, gennaio 17, 2006

l'ultima sigaretta prima del sonno.

mia madre dice che fumo troppo.




Forse c'ha anche ragione.

Musica!

Sole Spento

Timoria

Ci sono giorni in cui mi sveglio spento

E tutto sommato provo a starci dentro
Nella mia stanza aspetto il mio momento
Sono qui, aspetterò
Io, aspetterò
Quando la vita sembra un treno lento
Penso agli amici fuori e muoio dentro
La mia generazione senza vento
Sono qui, aspetterò
Io, aspetterò
Finchè arriverà il mio momento
Stammi accanto
Col pensiero tu, tu stammi accanto
Sole spento
Io ti sento con me
Quando sei condannato al pentimento
Stanco di sentir dire “non ho tempo”
Come in un sole in cui sentire freddo
Sono qui, aspetterò
Io, aspetterò
Finchè arriverà il mio momento
Stammi accanto
Col pensiero tu, tu stammi accanto
Sole spento
Io ti sento con me
Sono qui, aspetterò
Io, aspetterò
Finchè arriverà il mio momento
Stammi accanto
Col pensiero tu, tu stammi accanto
Sole spento
Tu sei dentro di me

l'ho ripescata nel casino dei miei file musicali, e' tanto tempo che non la sentivo.

troppo bella.

Adesso mi ascolto born sleepy degli Underworld.

per la serie piccoli mostri


Versione non morto

versione Country


Travellone style!!


che ci volete fa'.. quando uno e ha la faccia come il culo.... e' giusto che la mostri a ggiro!

lunedì, gennaio 16, 2006

last post on the old blog.

Casino Royale - Cose Difficili
Il sangue adesso e' caldo e scorre molto lentamente

Non sono mai andato via da qui

Se " queste stanze " e' solo un altro luogo della mente

Se chiudo gli occhi volendo si puo' far così

Senza contare i passi poi comincio a camminare

Perso nell'eco dei miei dubbi a volte va così

E' stato un giorno troppo lungo

Un giorno da dimenticare

Cose difficili

Così difficili da dirti adesso qui

YEAH YEAH YEAH

Cose difficili da respirare se non ci sai fare se non puoi capire

Questo e' il momento in cuifinisce il gioco

Questo e' il momento in cui ci lasceremo andare

E' come fare un salto sopra il vuoto delle cose che non sento piu'

Sono sul fondo e scavo ancora

Sono giu'

Lasciami stare non ci pensare

Comunque vada lascia che la pioggia cada su di me

Lasciami stare non mi fermare

Se nei tuoi occhi c'e' riflessa la mia stessa strada

Lasciami andare non ti voltare

Questo dolore e' necessario per capire

E saro' certo che sono stati giorni veri

Perso nel ritmo strano del rumore dei miei pensieri

YEAH YEAH YEAH

Il sangue adesso e' caldo e scorre molto lentamente

Non sono mai andato via da qui

Se " queste stanze " e' solo un altro luogo della mente

Cose difficili da respirare

Cose difficili da dirti adesso qui